L’UNIONE SARDA – COSTE RISPARMIATE DAL PETROLIO GRAZIE AL MAESTRALE – VENERDÌ 02-10-1998

Venerdì 02 ottobre 1998
SARROCH:Coste risparmiate dal petrolio grazie al maestrale
Sarroch Inquinamento rientrato grazie anche al maestrale. La lunga scia di petrolio che per l’intera giornata di mercoledì ha lambito la costa meridionale sarda tra il pontile dell’ex Rumianca e il Porto Canale di Cagliari, è stata debellata dai mezzi della Capitaneria di porto di Cagliari, della società Battellieri e dalla Rimorchiatori. La chiazza è stata circondata appena in tempo con le panne, gli sbarramenti galleggianti con cui è stata fermata al largo prima che si riversasse sul litorale provocando inevitabilmente danni ben maggiori all’ecosistema costiero. A favorire le operazioni di bonifica è servito anche il maestrale che ha soffiato durante la notte tra mercoledì e giovedì, trasportando al largo i resti del petrolio e del catrame che le panne non sono riuscite a contenere.L’Allarme era scattato mercoledì mattina verso le 11, quando alcune imbarcazioni in navigazione nella zona hanno allertato la Guardia costiera. In mare, a tre miglia dal pontile dell’Enichem e i bracci del Porto canale, era stata avvistata una lunga macchia oleosa mista a consistenti grummi di catrame che spinta dal libeccio si stava avvicinando pericolosamente alle spiagge. Da Cagliari sono partite le motovedette per un sopralluogo; poi, appurata l’emergenza, sono stati inviati i mezzi della Battellieri e della Rimorchiatori sardi attrezzati per le operazioni di disinquinamento. Operazioni che sono andate avanti per l’intera giornata. Il petrolio è stato definitivamente aspirato.A. Pi.
Fonte: lunione sarda